mercoledì 17 settembre 2008

ODI ET AMO.


Lui mi chiede:
"Secondo te perchè l'amore è così tanto legato all'odio, che spesso si odia per amore?"
E' pazzo penso.
Mi possono mai arrivare certi messaggi alle dieci del mattino!?
Ma la risposta nasce veloce.
"Si odia qualcuno perchè è l'unico modo per poter allontanare quella persona e più quella persona è lontana dai nostri occhi, prima possiamo dimenticarla, mutando l'odio in disinteresse."
Ci credo?, penso.
Ci credo.
Ci credo tanto? ripeto.
Ci credo, punto.
Perchè quando si ha tutto sotto agli occhi continua solo a far sanguinare.
E se quel tutto è lontano, allora si può provare a ricominciare.
A dimenticare e andare avanti.
Senza pensare che l'amore, un amore passato debba condizionarci tutta la vita.
E senza avere la certezza che quell'amore passato, quell'amore-odio faccia di noi, i suoi schiavi.
E come diceva il nostro caro Cicio:

Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris. Nescio, sed fieri sentio et excrucior.
Odio e Amo. Perché io faccia questo, forse domandi.
Non lo so. Ma sento che accade e mi tormento.




2 commenti:

Anonimo ha detto...

non è colpa mia se certi pensieri mi arrivano a quell'ora :(...cmq fantastica!come sempre...

carlo ha detto...

Devo dire che mi trovo perfettamente d'accordo con il tuo pensiero anche se a volte secondo me bisognerebbe trovare la forza di dimenticare qualcuno anche senza il bisogno di odiarlo ma semplicemente facendo tesoro di ciò che si è imparato dagli errori commessi e che hanno portato a lasciare quella persona.