lunedì 21 settembre 2009

AL TROTTO.

Si è certi di poche cose nella vita e a volte quando crediamo di esserlo, crollano sotto ai nostri piedi muraglie costruite magari anno dopo anno.
Si è certi di poche cose nella vita perchè a volte non si è avuta la fortuna di avere sicurezza, perchè a volte si è avuta una vita simile ad una montagna russa e poco contava la fortuna.
Ho creduto di avere trovato un faro, l'ho paragonato al mio faro in mezzo al mare, ma poi quando il mare era burrascoso o ero nel bel mezzo di una tempesta, il mio faro non c'era mai, era sempre troppo distante per aiutarmi ad arrampicare e provare a prendere una boccata di ossigeno.
Ho sempre teso la mano, sempre asciugato lacrime e fatto di tutto per aiutare chi volevo bene, ho sempre avuto il tempo di ricordare agli amici quanto gli volessi bene.
In cambio, poco e niente.
Il mio faro per quanto io lo veda ancora, per quanto io creda ancora in quella bandiera con i nostri nomi a cruciverba, per quanto io gli voglia ancora bene, si è spento lentamente, perchè un faro dev'essere faro sempre.
E tra le mani sono scivolati via anni, emozioni, sentimenti.
Forse le conto sulla dita di una mano chi ancora mi vuole bene e c'è,
indipendentemente da tutto.
Ed io sono qui, amata come ho sempre sperato e desiderato, intrappolata in una vita che è difficile da scrollarsi da dosso ma che questa volta non interferirà nella mia.
Sono qui che lo guardo negli occhi e mi dico che sono la donna più fortunata del mondo, sono qui che lo aspetto ad occhi chiusi e sento il suo profumo in tutta la casa, sono qui che scrivo e penso a quando avremmo la nostra casa, la nostra famiglia, la nostra gioia, la nostra vita.
E allora mi scosto, guardo la mia di vita, quella di oggi, la guardo in tondo.
Tutte emozioni opposte che si completano, tutte emozioni che non combattono tra loro per vincere.
E questa è la mia battaglia, contro chi crede che sia troppo presto, che non si possa amare in così breve tempo.
Questo è il mio grido perchè stufa di essere soffocata e creduta incapace di amare e di essere amata.
Questa è la mia vita
e
la voglio dedicare a te e a me.
A nessun altro.

3 commenti:

mIsi@Mistriani ha detto...

che bello.

che le emozioni contrastanti convivano senza combattere.senza piu' voler vincere..

vuol dire che le gestisci,e che stai bene,finalmente..

bacio

AlessandraLace ha detto...

mi unisco al tuo grido...complimenti

giardigno65 ha detto...

fatti sentire forte !