mercoledì 6 maggio 2009

LONTANO.


La testa è in un posto che neanche lei sa, che neanche lei sa chiamare per nome.
Tutti sanno spiegarlo, ipotizzarlo, immaginarlo, ma nessuno sa chiamarlo.
Lei è esattamente lì.
Con un piede in una realtà frettolosa calda che spinge che pretende che da da da che a volte toglie toglie toglie da perdere il fiato e con un piede di la.
In quel luogo non luogo.
Sorseggia un bicchiere di vino e la sua testa non è nella sua testa, i suoi occhi non sono nei suoi occhi, lei vola, viaggia più veloce di chi ha attorno, lei sa rimanere al suo posto questa volta, questa volta non sbaglia e sono le uniche parole che sente rimbombare nel vuoto dei suoi pensieri.
Sorseggia e sa che la gente la sta guardando perchè incantata in chissà cosa e non riesce a distogliere lo sguardo bloccato da un flash, sorseggia e sa che in questo posto potrà tornarci quando vorrà.
Lontano.
Lontano da tutti, da tutto, trovarsi libera da qualsiasi cosa, nuda di fronte al vuoto troppo pieno di silenzio, troppo colmo di tranquillità, stranamente senza punti interrogativi volteggianti per aria.
Un posto che tiene la mente distaccata, che fa guardare la vita da altri punti di vista, un posto dove è importante non sprecare tempo per gente che non merita ma piuttosto per rilassarsi a suon di musica, un posto dove si balla e si muove il corpo per sentire i muscoli, per sentirli vivi sotto la pelle.
In questo posto, un posto lontano, lei troverà ristoro tutte le volte che sarà affaticata e troverà il suo nascondiglio segreto dove pensare a niente.

4 commenti:

achab ha detto...

molto bello il tuo post,e si il tuo stile è molto avanti,6 una perla rara ciao.

Pupottina ha detto...

bisognerebbe che tutti avessere un nacondiglio. il mio è il blog!

[BIMBA_ MEGGIE] ha detto...

CIAO GRAZIE MILLE X LA VISITA E DELLA TRACCIA TORNA DI NUOVO QND VUYOI TE! BACI A PRESTO

Irene ha detto...

Grazie x le belle parole.... :) fanno bene al cuore!!!